FAQ

DOMANDE

Sezione FAQ

Trova le risposte alle domande più frequenti






Endoscopia

Spesso, nei mesi che vanno prevalentemente da maggio a ottobre, è frequente che i nostri animali inspirino a livello nasale corpi estranei di origine vegetale. La manifestazione clinica prevede starnuti ad eccessi, anche violenti, per le prime 24-48 ore, poi il naso si adatta e gli starnuti possono diventare più rari. E’ comunque importante controllare l’interno delle cavità nasali.  L’endoscopia permette quindi di rimuoverli e di controllare eventuali lesioni provocate dal corpo estraneo, che talvolta possono essere veicolo di una malattia endonasale sostenuta da miceti.

Argomento: Endoscopia

Assolutamente no. In medicina umana la maggior parte delle endoscopie è eseguita a paziente sveglio. In medicina veterinaria invece, siamo costretti a eseguire l’esame in anestesia, perché i nostri animali non capiscono che devono restare fermi durante l’esame.

Argomento: Endoscopia

E’ una patologia complessa che determina una ostruzione generalmente grave e progressiva, prevalentemente a carico delle vie aeree superiori. Colpisce cani e raramente gatti, la cui morfologia cranica risulta alterata e deformata da una aberrante pressione selettiva operata dall’uomo. Le razze canine più colpite sono il Bulldog Inglese, il Bouledogue Francese e il Carlino, ma anche il Chow Chow e il Boxer. In generale, questi pazienti vengono portati alla visita per rumori respiratori, facile affaticamento, ripetuti colpi di calore, svenimenti; generalmente verso i 3-4 anni, per un progressivo peggioramento rispetto a quando sono stati acquistati da cuccioli. Non è raro che il principale problema lamentato dal proprietario sia riferito all’apparato gastroenterico: vomito, rigurgito ed anoressia. Dopo un attento studio di “stadiazione” mediante esame endoscopico, è possibile correggere chirurgicamente alcuni dei loro difetti anatomici, al fine di migliorare sensibilmente la qualità di vita dei nostri animali.

Argomento: Endoscopia

Certamente l’esame endoscopico è il metodo meno invasivo possibile per eseguire l’estrazione di corpi estranei che si possono trovare in ogni distretto, mediante una procedura di endoscopia interventistica.

Argomento: Endoscopia

Possiamo esaminare, con strumenti diversi e di diverse dimensioni tutti i distretti che abbiano aperture naturali nel corpo dei nostri animali. Quindi è possibile eseguire:

  • Esofagogastroduodenoscopia
  • Rettocolonscopia
  • Rinoscopia anterograda e retrograda
  • Laringoscopia
  • Tracheoscopia
  • Broncoscopia
  • Uretrocistoscopia transuretrale (e vaginoscopia)
  • Otoscopia
Argomento: Endoscopia

Endoscopia è una parola derivante dal greco, e significa “guardare dentro”. Tramite l’utilizzo di appositi strumenti, possiamo guardare dentro al corpo dei nostri pazienti. Analogamente a quanto avviene in medicina umana, i proprietari di cani e gatti (e non solo), sono sempre più propensi a fare sì che le indagini e le procedure interventistiche avvengano con il minore disagio per il loro animale. In quest’ottica, tutti i progressi compiuti in questi anni sia nella strumentazione endoscopica che nelle tecniche ispettive e interventistiche mini-invasive rappresentano un enorme passo avanti sia nella riduzione dei traumi, che nella possibilità di eseguire controlli ripetuti con il minimo disagio per i nostri animali.

Argomento: Endoscopia

Load More

Siamo a vostra disposizione per qualsiasi domanda, potete contattarci.